Questa serie di cementine trae ispirazione dai temporali invernali dove il vento è accompagnato da una intensa pioggia. Anche in questo caso il mio punto di osservazione privilegiato è il lungomare Pisano. La scogliera artificiale che protegge la costa permette in sicurezza, ed in relativa comodità, di fare colazione al coperto, avvolti dal rumore assordante della pioggia torrenziale che si mischia con lo sbattere delle porte ed i cigolii di strutture già provate dal sole e dalla salsedine. Non c'è scampo dalla bellezza di Tempesta. Ho disegnato Tempesta per poter essere abbinata con “Turbine”. Tempesta nasce da uno stampo particolare che permette di campire settori, anche attigui, con lo stesso colore. Inoltre, il design di ciascuna delle cementine Tempesta, permette alle stesse di essere orientate in quattro posizioni. Se aggiungiamo a queste due ultime caratteristiche il fatto che i colori non rappresentano un problema, le possibilità estetiche sono pressoché infinite.